OPEN LAB #autunno

Ogni quindici giorni, di mercoledì, la stanza verrà allestita per l’occasione, proponendo i principali materiali artistici impiegati nell’Arteterapia: pastelli, tempere, stoffe, fogli colorati riviste da ritagliare e tanto altro. 

Ad accogliervi ci saranno sempre due conduttrici, Arte Terapeute ATI, che vi illustreranno i materiali a disposizione e le possibilità di utilizzo. La scelta del materiale sarà libera così come l’immagine che prenderà vita. 

L’orario di ingresso è dalle 18.30 e l’orario di chiusura le 20.30. 

Ciascuno potrà però scegliere come gestire la durata del proprio lavoro creativo potendo ad esempio arrivare alle ore 19 o terminare prima dell’orario di chiusura. 

Nella stanza ci saranno altre persone che creano, compagni di viaggio che insieme, ma ciascuno con i suoi tempi e le sue modalità, partecipano ed arricchiscono l’atmosfera. 

Per partecipare non è necessario avere competenze artistiche, iscriversi e neppure prenotare!

 

LE DATE:
10 – 24 Ottobre
14 – 28 Novembre
dalle 18,30 alle 20,30.

 

Lo spazio è aperto durante le due ore ma è possibile partecipare anche solo per un’ora o per qualche minuto.

Gli incontri sono gratuiti per i soci (tessera annuale 10 € COME ASSOCIARSI)
+ 5 € per contributo materiali.Chi farà la tessera al primo incontro darà il contributo per i materiali da quello successivo.
Presso Toscanalab in Via san Zanobi 104 R Firenze
Per informazioni toscanalab@arteearteterapia.org

Cos’è un laboratorio aperto?

Un luogo in cui si incontrano colori, matite, gessetti, stoffe, ago e filo, acquerelli, pennelli, fogli bianchi e colorati, colla e ritagli e ci si lascia incuriosire da un materiale, ci si lascia guidare da una sensazione, o da un ritaglio visto con la coda dell’occhio. A volte si inizia stendendo un colore col pennello, perché non si è mai fatto, per sentire la piacevolezza del gesto… poi forse nasce un’immagine o un bisogno, un pensiero, un sogno, un ricordo, si può viverlo nel corpo e nel foglio, si può vederlo, emozionarsi nel ritrovarlo. Uno sguardo altro mi accompagna e guarda insieme a me e anche l’immagine si prende cura di me perché non sia solo. Scrivo parole sul foglio e mi emoziono ancora e le parole diventano altre immagini di storie antiche o di storie nuove che voglio vivere. Mentre lavo i pennelli rimetto a posto i pensieri. Saluto, e sulla strada del ritorno noto una macchia di colore sul braccio. Sorrido.

Ancora nessun commento

Invia un commento