Arteterapia nel carcere minorile di Firenze

Il racconto di un viaggio creativo dentro l’Istituzione carceraria

Presentazione di Franca Frigenti e Elisa Bestetti

SABATO 28 SETTEMBRE, dalle 17.00 alle 19.00

Ingresso libero 

 

Durante la serata Franca Frigenti, Diplomata Maestra d’Arte e Arteterapeuta ATI, illustrerà il suo lavoro e le metodologie che lo hanno sostenuto. Dal racconto del suo intenso percorso all’interno dell’Istituto Penale Minorile G.P. Meucci di Firenze, emerge  con chiarezza la partecipazione dei minori dalle fasi iniziali alle trasformazioni che avvengono nel tempo, l’efficacia dell’arteterapia e l’approccio  da lei utilizzato.

Franca Frigenti ha inoltre una lunga e profonda conoscenza del carcere minorile anche per come è cambiata l’Istituzione nel tempo, le leggi che ne hanno caratterizzato la trasformazione negli ultimi anni e il mutamento delle tipologie dei minori istituzionalizzati. Questo le consente di essere testimone oltre che parte attiva e rende quindi ancora più interessante ascoltare la sua esperienza sia per gli addetti ai lavori che per chiunque sia interessato all’argomento trattato.

Franca presenterà il suo lavoro insieme ad Elisa Bestetti, arteterapeuta ed educatrice che negli ultimi anni l’ha affiancata in questo progetto. Se volete potete leggere di più sul loro lavoro sul sito www.associazioneprogress.org

Franca ed Elisa fanno inoltre parte dell’Associazione PRO.G.RE.S.S il cui motto è: Una piccola associazione con una grande mission: promuovere l’inclusione sociale attraverso l’arte e l’espressione di sé. Siamo molto contente di ospitarle e ascoltare le loro preziose esperienze.

L’esperienza di Franca Frigenti

Diplomata Maestra d’arte (all’Accademia di Belle Arti di Firenze) si forma come Arteterapeuta con ATI, (Art therapy Italiana,Bologna), con la supervisione della Dr.ssa Paola Caboara Luzzatto.

Ha condotto gruppi di arte con pazienti psichiatrici adulti, presso A.MI.G (1983-92), e arteterapia con bambini e adolescenti, diversamente abili in vari ambiti istituzionali. Ha una notevole esperienza di lavoro in carcere, dove ha proposto l’apertura di laboratori artistici e percorsi di arteterapia, rivolti a detenuti; Istituto Penale Gozzini, Sollicciano, (2001-05) e Istituto Penale Minorile G.P Meucci, Firenze (2002-13).

Ha collaborato con: Dipartimento Salute Mentale Infanzia e Adolescenza, ASL 10Fi, nell’ambito del progetto Dis-Art (2013-14), e Disart Therapy (2015-2016), e USSM (Ufficio di servizio sociale per minorenni) presso il Centro di Giustizia minorile con i progetti Decor-azione (2014) e   “il viaggio creativo” (2015-2016), rivolti ai giovani minori di area penale esterna.

Dal 2007; promuove l’attività artistica nelle scuole primarie di Firenze con il progetto Mus-e, International Y.Menhuin Foundation,
ed è docente del corso: ““Storia e modelli di arteterapia alla Libera Accademia di Belle Arti di Firenze.

Socio fondatore e presidente dell’Associazione PRO.G.RE.S.S., sostiene l’esperienza artistica nell’area disagio.

L’esperienza di Elisa Bestetti

Restauratrice, educatrice, si è formata come Arteterapeuta alla scuola La Cittadella di Assisi (PG).
Attualmente collabora nel carcere minorile di Firenze con l’Associazione PRO.G.RE.S.S. nei percorsi di arteterapia. Ha condotto laboratori e progetti in vari campi legati all’emergenza (arteterapia in strada con senza fissa dimora; arteterapia nelle zone colpite dal terremoto). La sua esperienza spazia da contesti italiani a internazionali (Sos Children, Swaziland, percorso di arteterapia con bambini orfani e/o affetti da HIV; Deaf School, Swaziland, adolescenti orfani e sordomuti; Rera Studio Art Brut, Havana, Cuba. Caratteristica della sua attività di campo è la continua ricerca di innovazione e l’apertura alle contaminazioni delle varie tecniche dell’arteterapia.

Ancora nessun commento

Invia un commento